Logo

Lipari: escursioni a piedi

Lipari: escursioni a piedi

piedi

Le Isole Eolie offrono grandi opportunità di escursioni. In questa pagina presentiamo Lipari e alcuni dei suoi possibili percorsi naturalistici.   trekking-1 CAVE DI CAOLINO – TERME DI S. CALOGERO. Uno dei sentieri più percorsi dell’isola è quello che da Quattropani si reca alle Terme di San Calogero, passando per il tratto di costa nord-ovest dell’isola. In questa zona un tempo si estraeva la roccia che contiene un minerale silicato delle argille (il caolino) Appena superate le ex-cave si arriva su un sentiero che costeggia il mare con vista sull’isola di Salina, Filicudi e Alicudi. Questo tratto è quello più verde e si possono ammirare antichi muri in pietra a secco, alberi di ulivo e abitazioni tipiche Eoliane. Subito dopo si arriva alle terme di San Calogero, in cui si trova un edificio costruito accanto a quelle che sono le terme più antiche del mondo risalenti al XVII sec A.C. Il complesso sorge su una sorgente di acqua calda (60°) ricca di solfati, bicarbonato e sodio che la rendono particolarmente efficace per curare alcune malattie della pelle. Si prosegue per l’abitato di Pianoconte dove è possibile raggiunge la fermata dei bus o prosegue lungo antichi sentieri fino a Lipari. La durata complessiva è di circa 3 ore trekking-7 S.SALVATORE – MONTE GIARDINA – SPIAGGIA DI VALLE MURIA. Questo percorso si svolge a Sud/ovest dell’abitato principale dell’isola, inizialmente nel tratto di strada rotabile che da Lipari raggiunge la contrada Cappero per proseguire in direzione S. Salvatore, sino a raggiungere l’Osservatorio Vulcanologico (visitabile su prenotazione). Nella zona cresce una folta macchia mediterranea, mentre sulle pareti a strapiombo sul mare nidificano popolose colonie di gabbiani. Da qui si prosegue in direzione Nord, superando la piccola chiesa seicentesca di San Salvatore ed inoltrandosi lungo il versante ovest di Monte Guardia, si attraversano i coltivi e i vigneti, fino alla chiesa di San Bartolo al Monte (XVII secolo). Scendendo lungo la strada rotabile si può raggiungere la spiaggia di Valle Muria o prosegue lungo antichi sentieri fino a Lipari. La durata complessiva è di circa 4 ore trekking-4 CASTELLARO – MONTE S. ANGELO – PIANOCONTE. Dalla contrada di CASTELLARO, ubicata a 10 km dall’abitato di Lipari, ci si inoltra lungo il Vallone Fiume Bianco, dove si attraversano splendidi esempi di macchia mediterranea con isolati castagni e lecci. Raggiunto Monte Sant’Angelo a quota 600 metri circa si può ammirare uno spettacolare panorama a 360 gradi sull’arcipelago e sull’abitato di Lipari. Da qui scendendo verso la frazione di Pianoconte, è possibile raggiunge la fermata dei bus o prosegue lungo antichi sentieri fino a Lipari. La durata complessiva è di circa 3 ore. trekking-8 ACQUACALDA – CAVE DI POMICE – CANNETO Il percorso è ubicato nella zona nord/est dell’isola, a 10 km dal centro di Lipari, facilmente raggiungibile con mezzi pubblici. Dalla rotabile Lipari Acquacalda, il sentiero si diparte costeggiando il cratere di Monte Pilato, costituito interamente da pomice, sino a raggiungere Fossa Castagna e le Rocche Rosse, un versante costituito da colate di ossidiana risalenti all’alto medioevo, che raggiunge il mare. Il paesaggio è costituito da vigneti, ruderi sparsi di vecchie abitazioni e da vegetazione mediterranea . Si prosegue in direzione dell’abitato di Lami, e da quì fino a quello di Canneto, lungo una antica strada in pietra, per recarsi alla fermata dei bus. La durata complessiva è di circa 3 ore. trekking-5 IL CRATERE DI VULCANO La Fossa di Vulcano è stata teatro dell’ultima eruzione della storia dell’isola, verificatasi tra il 1888 e il 1890. Le antiche cave di zolfo vennero abbandonate e al loro posto, è oggi presente un’intensa attività fumarolica, con emissioni di gas tossici e temperature che superano i 600° C. La visita al cratere non comporta comunque alcun pericolo e permette di godere di uno splendido scenario con vista sull’arcipelago. Il sentiero, a breve distanza dal porto (800) metri è largo e agevole e la salita lungo il percorso di sabbia lavica non richiede attrezzature o una particolare preparazione. Il panorama, la vista del cratere, le fumarole di zolfo sono spettacolari e imperdibili. La durata complessiva è di circa 2 ore. trekking-2


Copyright 2014